home 2018-03-02T17:31:11+00:00

FINO AD OGGI ABBIAMO AIUTATO

0
0
0
0
0

PERSONE

FINO AD OGGI ABBIAMO AIUTATO

0

PERSONE

In primo piano  

Video esperienze  

News  

Emergenza casa: un fondo in aiuto alle famiglie

 

Il Fondo Emergenza Casa, attivo nel 2018 grazie allo stanziamento di 200 mila euro da parte di Fondazione Carispezia, è un servizio volto a contrastare il fenomeno dell’emergenza abitativa nella provincia spezzina.

Il Fondo, che si affianca allo strumento già attivo del Microcredito per la casa – la concessione di micro-prestiti a persone in difficoltà economica fino a un massimo di 5.000 euro rimborsabili in 5 anni – è regolato da un protocollo d’intesa sottoscritto da Fondazione Carispezia, Caritas Diocesana e Distretti socio-sanitari provinciali.

E’ stato pensato per intervenire, a favore di persone e famiglie, con un contributo economico straordinario a fondo perduto non superiore ai 1.500 euro utile ad affrontare emergenze relative prevalentemente al pagamento di canoni di affitto, evitando così che una temporanea difficoltà economica possa portare all’accumulo di debiti e al cadere in una situazione di cronicità.

Un’apposita commissione di valutazione esaminerà le richieste inoltrate dai servizi sociali comunali, mentre l’erogazione dei fondi, messi a disposizione dalla Fondazione, verrà effettuata dalla Caritas.

 

 

Bando Nuove Generazioni: 432 richieste pervenute

Sono 432 le proposte di progetto pervenute in risposta al Bando Nuove Generazioni, chiuso il 9 febbraio e rivolto alla fascia di età 5-14 anni. Di queste, 347 relative alla graduatoria A (regionali) e 85 alla graduatoria B (multiregionali).

Le proposte saranno valutate per selezionare i progetti ritenuti in linea con quanto richiesto dal bando. A disposizione, un ammontare complessivo di 60 milioni di euro.

Bando Nuove Generazioni è il terzo Bando che l’impresa sociale Con i Bambini, soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile promosso dalle Fondazioni di origine bancaria coordinate da Acri – rivolge agli enti di Terzo settore e al mondo della scuola con l’obiettivo di mettere in campo progetti di contrasto alla povertà educativa minorile.

A disposizione un ammontare complessivo di 60 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti ricevuti.

Per informazioni clicca qui

 

 

 

Primo Report sulla povertà educativa di Con i Bambini

 

 

L’impresa sociale Con i Bambini – soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile promosso dalle Fondazioni di origine bancaria coordinate da Acri –  ha deciso di promuovere la pubblicazione di Report sulla povertà educativa, curati da DEPP Srl – Data, Engagement, Platforms, Politics.

Tale iniziativa ha lo scopo di approfondire e qualificare la riflessione, il dibattito e le proposte di intervento su una delle questioni più importanti, ma complessivamente più sottovalutate, che caratterizzano il quadro sociale ed economico del nostro Paese. Nel rapporto relativo a febbraio 2018, i dati aggregati fanno emergere due tendenze, ampiamente prevedibili: la spaccatura nord-sud in termini di servizi per minori e giovani, e una minore copertura della domanda potenziale nelle aree montane. La novità di poter utilizzare una banca dati comunale sui servizi rivolti ai i minori è però che permette di individuare anche realtà territoriali che performano meglio di quanto fosse ragionevole attendersi leggendo i dati aggregati, ad esempio alcuni comuni montani del ragusano rispetto alla presenza di asili nido.

Nell’ambito delle attività di ricerca questi focus territoriali possono servire da base per ulteriori analisi approfondite, anche centrate su specifici casi studio. 

Per maggiori informazioni e per scaricare il report clicca qui

 

Bando Nuove Generazioni (5-14 anni)

Si chiama “Bando Nuove Generazioni” ed è rivolto ai minori di età compresa tra 5-14 anni.

 

È il terzo Bando, promosso dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che l’impresa sociale Con i Bambini rivolge agli enti del terzo settore e al mondo della scuola con l’obiettivo di mettere in campo progetti di contrasto alla povertà educativa minorile.

 

A disposizione un ammontare complessivo di 60 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti ricevuti.

 

Rispetto ai precedenti bandi Prima Infanzia (0-6 anni) e Adolescenza (11-17 anni), la nuova iniziativa prevede direttamente la presentazione online dei progetti, entro e non oltre il 9 febbraio 2018.

 

Per garantire la massima partecipazione al bando Nuove Generazioni, ogni organizzazione potrà presentare un solo progetto in qualità di soggetto responsabile o aderire come partner a un solo progetto. Fanno eccezione unicamente le amministrazioni locali e territoriali, le università e i centri di ricerca che possono partecipare, in qualità di partner, a più progetti.

 

Scopo del bando è quello di promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori nella fascia di età 5-14 anni, in particolare di quelli a rischio o in situazione di vulnerabilità: di tipo economico, sociale, culturale, richiedendo progetti in grado di promuovere e sviluppare competenze personali, relazionali, cognitive dei ragazzi. I progetti devono essere in grado di incidere in modo significativo sia sui loro percorsi formativi che su quelli di inclusione sociale, attraverso azioni congiunte “dentro e fuori la scuola”, sviluppando e rafforzando l’alleanza, le competenze, il lavoro e la capacità di innovazione dei soggetti che si assumono la responsabilità educativa (“comunità educante”) e prevenendo precocemente varie forme di disagio: dispersione e abbandono scolastico, bullismo e altri fenomeni di disagio giovanile.

 

L’iniziativa è rivolta anche a bambini e ragazzi che vivono in aree e territori particolarmente svantaggiati che, grazie al nuovo bando, potranno avere nuove e importanti opportunità educative.

 

Nei giorni scorsi sono stati approvati i primi 80 progetti per il contrasto della povertà educativa minorile, relativi al Bando Prima Infanzia per un finanziamento complessivo di 62,2 milioni di euro. Nei primi mesi del prossimo anno, saranno pubblicati i progetti approvati con il Bando Adolescenza.

 

Per info: http://www.conibambini.org/bando-nuove-generazioni-online-il-terzo-bando-per-la-fascia-5-14-anni/

Bando Prima Infanzia: i progetti approvati

Sono 80 i progetti finanziati con il Bando Prima Infanzia (0-6 anni) – iniziativa promossa dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – con 62,2 milioni di euro.

Il Comitato di indirizzo strategico del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile ha consentito il finanziamento di tutti i progetti del Bando Prima Infanzia che hanno ricevuto una valutazione positiva. Questa scelta è stata possibile grazie alla decisione del Comitato stesso di destinare ai Bandi Prima Infanzia e Adolescenza ulteriori 30 milioni di euro, a fronte del grande numero di progetti presentati e della qualità complessiva delle proposte.

Tenendo conto degli stanziamenti aggiuntivi, delle risorse residue delle graduatorie A e B del Bando Prima Infanzia e confermando i criteri che hanno determinato la allocazione delle risorse su base regionale, lo stanziamento disponibile per il Bando Adolescenza passa dai 46 milioni previsti a un massimo di 82 milioni di euro, articolati a livello di raggruppamenti regionali come indicato in tabella.

Sul sito di Con i Bambini l’elenco dei progetti approvati.

Bando “Prima infanzia”: online gli ammessi alla II fase

Il Consiglio di Amministrazione dell’impresa sociale “Con i Bambini” ha deliberato in merito alla ammissibilità delle idee progettuali pervenute per il Bando Prima Infanzia (0-6), promosso nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile sostenuto da Fondazioni di origine bancaria e Governo.

Sono state ammesse 133 idee progettuali che accederanno alla seconda fase di valutazione prevista, di cui 112 per la graduatoria A (progetti regionali) e 21 per la graduatoria B, progetti sovraregionali.

Ai soggetti proponenti delle idee progettuali ammesse, verranno fornite indicazioni e suggerimenti per la presentazione dei progetti esecutivi che dovranno pervenire a “Con i Bambini” entro e non oltre le ore 13:00 del 21 giugno 2017.

Visualizza l’elenco delle idee progettuali ammesse alla II fase

Partner