Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Un folto pubblico ha partecipato all’incontro organizzato lunedì 28 novembre dalla Fondazione Carispezia per presentare alla comunità spezzina il “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, nato da un accordo tra Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri, e Governo.

Associazioni, cooperative sociali, enti ecclesiastici e rappresentanti dei servizi sociali ed educativi dei Comuni e degli Istituti scolastici della provincia hanno preso parte all’incontro per approfondire le caratteristiche e gli obiettivi dei primi due bandi promossi dal Fondo, destinati al sostegno di interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

I bandi, dedicati uno alla “Prima Infanzia” (0-6 anni) e l’altro all’ “Adolescenza” (11-17 anni), mettono a disposizione complessivamente 115 milioni di euro (69 milioni di euro per la “Prima Infanzia” e 46 milioni di euro per l’“Adolescenza”). Le risorse sono ripartite a livello regionale, in relazione ai bisogni di ciascun territorio.

Il Bando per la prima infanzia ha l’obiettivo di potenziare l’offerta di servizi di cura ed educazione dedicati ai minori tra 0 e 6 anni, con particolare riferimento ai bambini appartenenti a famiglie in difficoltà, promuovendone la qualità, l’accessibilità, la fruibilità, l’innovazione. Un ruolo centrale dovranno avere le famiglie, da coinvolgere attivamente negli interventi sia nella fase di progettazione che in quella di realizzazione delle attività.

Il Bando dedicato all’adolescenza si prefigge di promuovere e stimolare il contrasto dei fenomeni di dispersione e abbandono scolastici, nonché situazioni di svantaggio e di rischio devianza, particolarmente rilevanti tra gli adolescenti che vivono in contesti ad alta densità criminale. Le proposte dovranno prevedere azioni congiunte “dentro e fuori la scuola”, per ri-avvicinare i giovani che hanno abbandonato gli studi o che presentano forti rischi di dispersione.

Tutte le informazioni sui bandi sono disponibili sul sito dell’impresa sociale “Con i bambini”, soggetto attuatore del Fondo, www.conibambini.org.

 

2017-04-10T11:34:33+00:00